La storia delle api – Maja Lunde

La storia delle api recensioneLa storia delle api di Maja Lunde, pubblicato in Italia nel 2017 da Marsilio, è il primo capitolo di una tetralogia basata su cambiamenti climatici e disastri ambientali, in cui le vicende dei vari protagonisti vedono sullo sfondo una particolare vicenda naturale. In questo caso, la graduale scomparsa delle api e la loro definitiva estinzione.

Visto che il titolo potrebbe a prima vista trarre in inganno e farlo sembrare un saggio, fa bene dire subito che in realtà si tratta di un romanzo vero e proprio. Ne La storia delle api seguiamo tre storie che si alternano regolarmente tra un capitolo e l’altro: una passata, ci troviamo a metà Ottocento, il cui protagonista è William, un inglese appassionato di scienze naturali caduto in depressione perché la famiglia e il lavoro di bottega lo hanno portato ad allontanarsi troppo dalla sua unica passione; una contemporanea, 2007, in cui seguiamo invece le vicende di un apicoltore americano dell’Ohio, George, che ha una moglie che vuole trasferirsi in Florida e un figlio che vuole fare il dottorato in letteratura e abbandonare così la possibilità di ereditare la storica attività di famiglia; e infine una futura, ambientata nel 2098 in Cina, dove un’impollinatrice di piante, Tao, e la sua famiglia devono sopravvivere in un mondo in cui moltissimi insetti e animali sono ormai estinti, così come molte specie di piante, e gli umani si trovano a fronteggiare condizioni di vita estremamente difficili.

Sullo sfondo di queste tre storie, ormai è facilmente immaginabile, ci sono loro: le api, coprotagoniste e forza motrice delle tre storie che compongono il romanzo. Le tre linee temporali scelte corrispondono infatti a dei momenti precisi nella storia delle api e dell’apicoltura: la prosperità della specie e la costruzione delle prime arnie moderne; il momento del Colony collapse disorder (CCD), quando milioni di api cominciarono improvvisamente a morire in tutto il mondo; e un purtroppo probabile futuro in cui le api sono ormai estinte, e come loro moltissime altre specie animali e vegetali.

Tra le pagine de La storia delle api la Lunde è bravissima ad alternare romanzo storico, divulgazione scientifica, narrativa contemporanea e distopia apocalittica, sempre con una naturalezza e una coesione tra le varie parti davvero impressionanti. Si avvertono passione e coinvolgimento per l’argomento ma anche un’ottima documentazione, a dir poco fondamentale per romanzi di questo tipo.

Ma oltre a mischiare i generi, la Lunde è stata altrettanto brava a mantenere l’equilibrio tra i diversi temi trattati: c’è sempre presente nell’aria il monito della grande catastrofe naturale ma c’è anche un’attenzione particolare per quelle piccole catastrofi che possono invece avere origine tra le mura di casa nostra, che sono ugualmente importanti agli occhi di chi le vive. Un giorno la tua vita può essere messa sottosopra da un evento di portata mondiale come la morte di milioni di api, quello dopo può mettercela tua moglie chiedendoti di abbandonare l’attività di famiglia per migrare a qualche migliaio di chilometri di distanza.
E proprio per questo suo particolare equilibrio, per la cura messa nell’investigare sia i rapporti uomo-natura che quelli uomo-uomo, La storia delle api è uno di quei rari casi in cui il lettore riesce a decifrare e apprezzare il messaggio e il senso dell’opera e chiedersi contemporaneamente: “cosa succederà ora a quel personaggio?”. Non sempre un romanzo che porta o cerca di diffondere un messaggio importante è anche attraente a livello di trama.

L’invito del romanzo è infine quello di non perseguire sempre e solo il proprio interesse ma di seguire l’esempio delle api: muoversi tutti in sintonia per un fine comune e contemporaneamente non danneggiare la natura che ci circonda ma, anzi, aiutarla a sopravvivere. Tutti i personaggi principali del romanzo passano infatti attraverso una fase in cui cercano, chi più chi meno, di soddisfare solo i propri bisogni dimenticandosi di quelli di chi hanno intorno e finiscono così inevitabilmente per ferire i propri cari, l’ambiente che li circonda e di riflesso anche loro stessi. È quando infine decideranno di muoversi per amore che scopriranno le parti migliori di loro, una forza di lottare contro le avversità che mai avrebbero creduto di avere. La forza di perseguire uno scopo comune.

Editore: Marsilio
Pagine: 426
ISBN: 9788831726603

Link utili: La pagina dell’editoreLa wiki dell’autrice
Compra La storia delle api su: Amazon / IBS / La libreria indipendente più vicina a casa tua